Genitori (di) videogiocatori

  1. i videogiochi rappresentano un ampio territorio di conversazione: ce ne sono letteralmente per tutti i gusti e ci permettono di parlare e fare cose con i device digitali diverse dal lavoro e dal seguire i nostri figli e le nostre figlie per questioni di scuola;
  2. i videogiochi possono insegnare e addestrare, se si sa sceglierli.

Videogioco come territorio di confronto

APPROFONDIMENTO: comprare, spendere

  • gratis: se non sono esperimenti di giovani sviluppatori o sviluppatrici (come 2048, ipnotico ma interessante… consigliato!), è roba che ti somministra pubblicità, oppure versioni light di videogiochi a pagamento (in tal caso, facendo la ricerca si vede che esiste anche un altro gioco apparentemente identico che però ha un costo). Essendo cresciuto nell’epoca delle tv commerciali, a me non fa caldo né freddo, ma a qualcuno potrebbe dare fastidio, e le versioni light sono un buon modo per testare se un gioco piace o meno (io leggo comunque sempre le recensioni di chi ha già fatto l’acquisto);
  • offre acquisti in app: è gratuita ma permette di comprare all’interno dell’app (di solito facilitazioni oppure elementi estetici interni al gioco… sembra una sciocchezza? Fortnite ha fatturato miliardi di dollari vendendo elementi puramente estetici, e si vantano del fatto che non vendono facilitazioni e che quindi per vincere bisogna giocare tanto e diventare bravi). Puoi impostare dei blocchi per gli acquisti in app, in generale non sono eccessivamente truffaldini (cioè ti dicono quello che ti vogliono vendere, certo un bimbo o una bimba potrebbero fraintendere);
  • gratuiti con rinnovo automatico a pagamento: io questi non li compro mai, per principio. Bisogna cercare un po’ la questione del rinnovo, a volte mascherata dalla parola “abbonamento”;
  • in abbonamento: evito anche questi;
  • acquisto secco: compri, paghi, usi. Nessuna sorpresa. Bello liscio.

Videogioco come fonte di apprendimento

  • Coordinazione mano-occhio: si tratta di un elemento che diventa sempre più importante nel mondo del lavoro attuale, che ha implicazioni interessanti anche in termini di percezione della spazialità. Non è niente che abbia a che fare con un percorso guidato da formatori o psicomotricisti, ma in assenza di qualcosa di meglio si tratta di un esercizio che a piccole dosi fa bene.
  • Problem solving: c’è qualcosa che hanno in comune i problemi di matematica e quelli della vita reale che affrontiamo tutti i giorni (dai litigi con le persone con cui viviamo ad arrivare alla fine del mese): pongono delle domande a cui abbiamo bisogno di rispondere. I videogiochi presentano spesso quel tipo di domande in un contesto tutto sommato esente da rischi, per questo possono essere utili.
  • Educazione alla testualità: un testo è una struttura al servizio di una storia. Molti giochi raccontano una storia e giocano sulla loro struttura per far fare cose alle loro giocatrici e giocatori.
  • Che i videogiochi possono essere qualcosa di più di oasi di divertimento: questa è una lezione utile più a noi genitori che ai nostri figli e figlie, ma è fondamentale perché è un altro modo in cui possiamo imparare a piegare cose che abbiamo a disposizione per ottenere nuovi effetti.

Consigli per gli acquisti

Monument valley

Immagine CC BY da Reserachgate (link in fondo)

Dov’è la mia acqua?

Immagine da Malavida

The unstoppables

Immagine dal sito gentletroll.com

Florence

Framed

Immagine da AppStore

Super phantom cat

Bacon escape

Minecraft

Scratch

Consigli per fare altro

Riferimenti per le immagini

--

--

--

Linguist, entrepreneur (co-founder of Maieutical Labs), curious. I’m here on Medium mostly to learn, even when I write something.

Love podcasts or audiobooks? Learn on the go with our new app.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
Adriano Allora

Adriano Allora

Linguist, entrepreneur (co-founder of Maieutical Labs), curious. I’m here on Medium mostly to learn, even when I write something.

More from Medium

Back to Basics: Part 1 Permutations and Combinations Itseems that no matter how many advanced stats…

Introduction to MapStruct

Following these 3 steps will bring joy into our journey at work for our colleagues and us.

Love for coffee?